Orologi meccanici: pro e contro

Il mondo degli orologi è davvero infinito. Ci sono così tanti campioni in questo oceano! Minuscole ed enormi, realizzate in metalli preziosi e plastica, per tutti i giorni e per lo sport, per occasioni speciali e per una festa disinibita, dal design minimalista o d'avanguardia, funzionalmente semplice ed estremamente ricco... Puoi elencare a lungo, ma c'è un segno con cui tutti gli orologi sono divisi in due grandi gruppi: meccanici e al quarzo.

Quale scegliere? O ancora più in generale: quale è meglio? Non molto tempo fa, abbiamo considerato l'argomento "Orologio al quarzo. Pro e contro". E oggi, nella stessa prospettiva, sugli orologi da polso meccanici.

Fondazione

Il diagramma schematico di un movimento di un orologio classico ha quasi trecento anni. Masterizzato nel XVIII secolo, questo schema, in linea di massima, è sopravvissuto fino ai nostri giorni e, senza dubbio, continuerà a vivere. Certo, molto è stato aggiunto all'originale, molto è stato migliorato - dopotutto, le tecnologie non stanno ferme - ma i fondamentali rimangono invariati. Solo questa è una prova inconfutabile: l'orologio appartiene alle conquiste fondamentali dell'umanità! Come vivremmo senza di lui?! Forse è sufficiente dire che non conosceremmo nemmeno i contorni esatti dei continenti del nostro pianeta - dopotutto, la mappatura è diventata possibile solo grazie ai cronometri marini dell'inglese John Garisson e del francese Ferdinand Berthu ... E l'esplorazione dello spazio iniziato - e, anche nella nostra era elettronica, continua! - con una partecipazione molto significativa di orologi meccanici.

Ci sono innumerevoli esempi. Allo stesso tempo, il movimento è un design molto complesso e sofisticato, composto da molte parti in miniatura, e funzionano tutte in perfetta armonia. E la cosa principale, allo stesso tempo, è semplice, come tutto ciò che è geniale. Non entreremo nei dettagli tecnici qui, le basi sono abbastanza semplici e dirette.

Primo. Affinché l'orologio funzioni, deve essere alimentato con energia. Negli orologi elettronici (al quarzo), la fonte di energia è una batteria e negli orologi meccanici una molla carica. (Naturalmente, stiamo parlando di orologi da polso, in casi estremi di orologi da tasca, in generale - di quelli portatili: nei grandi orologi fissi, pesanti pesi a pendolo possono fornire energia al meccanismo.)

In secondo luogo. La molla, solitamente "impacchettata" in un elemento strutturale chiamato bariletto, trasferisce la forza al cuore dell'orologio: lo scappamento, o semplicemente lo scappamento (échappement francese, scappamento inglese, Hemmung tedesco). Qui, a sua volta, la cosa principale è un regolatore, costituito da un enorme bilanciere (secondo gli standard della micromeccanica), o solo un equilibrio, e la spirale più sottile (commisurata a un capello umano), che a volte viene chiamata capello. Insieme, è un sistema oscillatorio che imposta il ritmo esatto dell'orologio. Il sistema equilibrio/spirale è stato inventato nel XVII secolo, indipendentemente l'uno dall'altro e quasi contemporaneamente, dai grandi scienziati - l'olandese Christian Huygens e l'inglese Robert Hooke. Leve e ruote aggiuntive che fanno parte dello scappamento di un particolare schema (lo scappamento più comune), da un lato, "spingono" il sistema bilanciere/spirale, dall'altro, trasmettono le sue vibrazioni alla trasmissione con la necessaria frequenza.

Ti consigliamo di leggere:  She's Madonna - collezione di orologi della regina del pop

Terzo. E la trasmissione, nota anche come trazione integrale, porta il bel nome angrenage in orologeria. Nella versione più semplice dell'orologio, ci sono quattro ruote dentate; nei meccanismi con un gran numero di funzioni, ce ne possono essere molte di più, ma l'essenza rimane la stessa: il trasferimento del movimento dalla canna al regolatore e dallo scappamento alle lancette e altri indicatori.

A proposito, il meccanismo per caricare l'orologio e tradurre le lancette (così come altri indicatori) è anche chiamato una bella parola francese - remontuar. Ma questo è come siamo, a proposito ...

Un po' oltre le basi

Abbiamo già detto che il movimento base, già complesso (oltre cento parti!), può essere ulteriormente complicato da varie funzioni e opzioni. E poi ci sono sempre più dettagli ... Il movimento dell'orologio da tasca Patek Philippe Calibre 89 è considerato un record in questo senso - contiene 1728 componenti! Il che si comprende visto il numero di funzioni: 33 (trentatre), senza contare ore, minuti e secondi. Bene, questa è, ovviamente, un'eccezione: sono state fatte solo 4 copie. con un costo stimato di ciascuno di circa $ 6 milioni ...

Tuttavia, molti miglioramenti al design originale del movimento (ricordate che ha quasi 300 anni) sono stati generalmente accettati.

A carica automatica. Inventato da Abraham-Louis Perrelet nel 1777 e si riduce al fatto che il meccanismo è dotato di una parte chiamata rotore. Di solito ha la forma di un settore, è attaccato all'asse al centro del meccanismo e il baricentro è spostato al massimo alla periferia. Questa parte periferica è resa più pesante possibile, è fatta di tungsteno, a volte d'oro, aumentando il momento d'inerzia in ogni modo possibile. Quando la lancetta si muove con un tale orologio, il rotore, sotto l'influenza delle forze inerziali, oscilla sul proprio asse. Queste vibrazioni, attraverso l'apposito ingranaggio, aumentano la tensione sulla molla principale. Successivamente, sono stati creati sistemi di avvolgimento automatici modificati.

Tourbillon. In francese significa vortice. Il dispositivo è stato inventato da Abraham-Louis Breguet nel 1801 per ridurre l'influenza della gravità sul movimento del meccanismo. Quella era l'era degli orologi da tasca, che riposano per lo più in una tasca del panciotto in posizione verticale - e in essa, la forza di gravità "scuote" in modo particolarmente percettibile l'uniformità delle oscillazioni del bilanciere. Il grande maestro risolse il problema collocando lo scappamento, insieme al regolatore, in un carrello azionato dalla ruota della lancetta dei minuti.

Quindi, in un minuto il sistema percorre tutte le posizioni in un cerchio, da quella iniziale a "capovolta" e viceversa, e l'influenza della gravità è reciprocamente compensata. Oggi, per gli orologi da polso, questo non è particolarmente rilevante, ma la soluzione è così bella e richiede una tale precisione di gioielleria durante l'esecuzione - diverse decine di componenti microscopici collegati tra loro dovrebbero pesare solo pochi decimi di grammo - che il tourbillon è sopravvissuto ed è uno dei le complicazioni orologiere più prestigiose.

Ti consigliamo di leggere:  Orologi subacquei

Funzioni del calendario. L'indicazione della data e del giorno della settimana è in linea di massima chiara (si tratta "solo" di qualche ruota in più in più). In generale, la stessa è la natura dei calendari annuali e perpetui, dei fusi orari aggiuntivi, nonché delle complicazioni poetiche ed esotiche: fasi lunari, equazioni del tempo, segni zodiacali, indicazione dell'alba e del tramonto, flusso e riflusso, date della chiesa , eccetera. eccetera. Più funzioni e più complesse sono, più complesso e "più dettagliato" diventa l'orologio.
cronografo. Un dispositivo a orologeria utilizzato per registrare intervalli di tempo individuali. Ad esempio, i tempi sul giro in una gara. C'è anche una funzione come un conto alla rovescia nelle vicinanze. L'onore dell'invenzione del cronografo dell'orologio appartiene a Nicolas Riossek o Louis Moinet. Entrambi hanno lavorato nella prima metà del XIX secolo e non conoscevano la rivalità tra loro: i sostenitori dell'uno e dell'altro discutono sulla priorità. Il modulo cronografo meccanico è molto, molto complesso. Oggi, in numerosi modelli, è in grado di misurare il tempo con una precisione di 1/100 di secondo e negli orologi TAG Heuer Mikrogrinder è stata raggiunta una fantastica precisione di 5/10 di secondo!
Il suono. Ricorda - "finché il vigile Breguet non suona il suo pranzo". Breguet - così veniva chiamato l'orologio da tasca dello stesso Abraham-Louis Breguet ai tempi di Onegin (e Pushkin). E il fatto che Breguet “suonò pranzo” significa: stiamo parlando di una sveglia. Già questa funzione richiede modifiche molto significative del meccanismo (e anche della cassa), ma ci sono ancora i ripetitori: si preme un pulsante e si ascolta l'ora in formato acustico, precisa al minuto. Inoltre, la lotta può essere la più semplice o può essere emessa in interi accordi: c'è una grande battaglia, una piccola battaglia, una battaglia di Westminster ...
E molto altro può essere fatto dai moderni meccanismi degli orologi, compresa l'esecuzione di melodie e piccoli spettacoli di burattini sul quadrante. E le attrezzature e la tecnologia non si fermano: vengono padroneggiati materiali innovativi, vengono inventati nuovi modi costruttivi per migliorare le prestazioni dell'orologio (compresi dispositivi antiurto e protezione antimagnetica), vengono inventate soluzioni inaspettate in termini di indicazione, ecc. e così via.

Ma fermiamoci - del resto si può parlare di micromeccanica dell'orologio quasi per sempre - e scendiamo con i piedi per terra.

Quello che sembra essere triste

Avete notato che abbiamo parlato di orologi meccanici non senza ammirazione e anche ispirazione? Sì, ma abbiamo un tema: "Pro e contro"! Quindi ricordiamoci degli orologi al quarzo e facciamo qualche rimprovero ai meccanici.
Dal momento che stiamo confrontando, è chiaro che gli svantaggi della meccanica sono dove sono inferiori al quarzo. Cioè, la dignità di quest'ultimo.

Ti consigliamo di leggere:  Funzioni e complicazioni in un orologio da polso

Ce ne sono due, entrambi fondamentali:

  • precisione del corso;
  • autonomia.

Precisione. L'altissima frequenza di oscillazione del cristallo di quarzo offre anche la massima precisione - solo pochi secondi al mese, e questo è anche il caso peggiore: i modelli al quarzo più perfetti si discostano dall'ideale assoluto per pochi secondi all'anno. Quindi, ad esempio, il movimento al quarzo 9F della società giapponese Seiko funziona con una precisione di ± 5 secondi all'anno!

E per quanto riguarda la meccanica? La più famosa certificazione della precisione del percorso (Swiss COSC) stabilisce una deviazione media giornaliera ammissibile di -4/+6 secondi al giorno. Il più rigoroso dei requisiti che il marchio giapponese Grand Seiko si impone è lo standard VFA, che è -1 / + 3 secondi al giorno. Nota, un giorno! Considerando che il quarzo ha valori comparabili al mese, o addirittura all'anno. È anche importante che un serio aumento della precisione comporti anche un notevole aumento del prezzo degli orologi meccanici e nel quarzo, già incomparabilmente più accurato, tale relazione è molto più debole.

Autonomia. Con il quarzo, tutto è chiaro: cambia la batteria ogni pochi anni e il gioco è fatto. Non è il caso della meccanica, deve essere caricata abbastanza spesso. Le riserve di carica di diversi giorni (3, 7, a volte anche 10) sono considerate super-grandi, sono fornite con intere batterie di barili, questo porta anche ad un aumento del prezzo. Certo, a carica automatica ... Ma non tutti indossano un orologio tutti i giorni e tutto il giorno! Quindi, è necessario iniziare, preferibilmente, ogni giorno. E se dimentichi e l'orologio si è fermato, devi anche impostare l'ora, la data, ecc. Moroka...

Oltre a questi due principali vantaggi del quarzo (e, di conseguenza, svantaggi della meccanica), notiamo anche quanto segue. Gli orologi meccanici necessitano di manutenzione periodica: pulizia del meccanismo, cambio dell'olio. La manutenzione del quarzo, soprattutto con un'indicazione puramente digitale, si riduce alla stessa banale operazione: la sostituzione della batteria.

E un'altra cosa: più funzioni ha un orologio meccanico, più complesse sono queste funzioni, più costoso è l'orologio. Questa dipendenza è chiara e significativa. In quelli al quarzo, è incomparabilmente più morbido: le capacità dell'elettronica moderna consentono di creare orologi molto economici con una gamma molto ampia di funzioni. E, infine, il prezzo in quanto tale: a parità di altre condizioni, la meccanica, ovviamente, è notevolmente più costosa.

Allora perché abbiamo bisogno di meccanici?

Ma non tutto è così triste. Perché questa è forse la cosa più importante. Illustreremo questa cosa principale con la seguente analogia: perché abbiamo bisogno di ritratti di Rembrandt e Kramskoy, paesaggi di Levitan e Aivazovsky? Tuttavia, e molto più accuratamente (come si suol dire, più vitale), puoi fotografare! E anche una fotocamera per smartphone... Giusto?

Ovviamente è corretto. Sì, solo che non ha niente a che fare con l'art. E noi, come deve essere chiaro da questo testo, amiamo l'orologeria, che si incarna principalmente nella micromeccanica. Amiamo e basta. Ti auguriamo lo stesso.

armonissimo
Aggiungi un commento

;-) :| :x : Twisted: :Sorriso: :shock: : triste: :Rotolo: : Razz: : Oops: :o : Mrgreen: : Lol: : Idea: : Grin: :il male: : Cry: : Cool: :freccia: : ???: :?: :!: