Impegnati nella sostenibilità: come i più grandi marchi di orologi del mondo si prendono cura del pianeta

A prima vista è strano: dove sono gli orologi, e dove sono i problemi ambientali, dov'è la minaccia di inquinamento irreversibile del pianeta?! Gli orologi da polso sono così piccoli, possono davvero danneggiare l'ambiente, paragonabile all'impatto delle moderne industrie energetiche, minerarie e manifatturiere, dei trasporti?!

È vero che l'orologio stesso, in generale, è abbastanza pulito, il loro lavoro non è in alcun modo collegato alle emissioni tossiche nell'atmosfera, la loro produzione è concentrata in imprese relativamente piccole o persino in laboratori artigianali. I volumi di materiali che potrebbero essere “peccati” per la creazione di orologi (metalli, polimeri) sono incomparabili con quelli, ad esempio, dell'industria automobilistica.

Tuttavia, ogni anno l'industria orologiera mondiale, in particolare i marchi di lusso, si rivolge sempre di più al tema dell'ecologia. Promuovendo i loro successi su questa strada, i migliori marchi di orologi, da un lato, danno un contributo fattibile alla conservazione del nostro mondo, e dall'altro - cosa forse più importante - attirano a gran voce l'attenzione di tutti sui problemi ambientali.

I marchi di orologi danno il loro contributo alla conservazione e al miglioramento della natura e del clima della Terra in vari modi. Diamo un'occhiata ad alcuni di loro.

Riciclo dei materiali usati

Per la produzione di orologi e dei loro componenti, viene utilizzata letteralmente la spazzatura - prima di tutto plastica usata, "estratta" sia a terra che in mare. È noto che tutti i tipi di rifiuti di questo tipo - bottiglie in PET, sacchetti di plastica, ecc. - praticamente non si decompongono nell'ambiente naturale e lo inquinano pesantemente.

La raccolta di tali rifiuti, il loro trattamento e l'ulteriore utilizzo è il modo più diretto e più ovvio per risolvere i problemi ambientali. Certo, non è facile e, inoltre, è di nuovo associato ad aspetti dannosi per l'ambiente - prendi, ad esempio, lo scarico dei motori che operano su navi marittime che catturano ogni sorta di rifiuti dall'oceano. Tuttavia, gli studi dimostrano che questo cerchio non è affatto chiuso: è più utile rimuovere le stesse bottiglie in PET dalle acque, raccogliere rifiuti di carta, ecc.

Ti consigliamo di leggere:  Orologio da donna Edox First Lady

Diverse marche di orologi affrontano questo problema in modo più o meno completo. Ad esempio, Breitling ha lanciato una scatola per orologi ecologica realizzata con plastica riciclata all'inizio del 2021. Tutti gli elementi dell'elegante custodia compatta, inclusi fodera e bottoni, sono realizzati con contenitori in PET riciclato al 100%.

Inoltre, Breitling ha ottimizzato la logistica, che ha portato a una riduzione del 2% delle emissioni di CO60 associate al trasporto dei prodotti finiti. Tuttavia, se un cliente preferisce una scatola normale e classica a una scatola del genere, l'azienda è accomodante, ma dona volontariamente somme considerevoli a uno dei fondi ambientali svizzeri.

Lo stesso Breitling, così come IWC e molti altri, hanno iniziato a creare cinturini per orologi con materiali riciclati anche prima. Questo argomento suona piuttosto rumoroso anche perché c'è una crescente condanna nel mondo sull'uso della pelle naturale.

Il famoso marchio Ulysse Nardin ha preso un percorso interessante: le reti da pesca, che avevano servito il loro tempo e sono rimaste in mare, hanno iniziato ad essere utilizzate attivamente qui. Inoltre, non trascurano le bottiglie di plastica, i gusci morti e le alghe: tutto entra in azione! L'azienda ha presentato l'orologio Diver Net, la sua cassa è in poliammide ricavata da vecchie reti tirate dalle baie, e il cinturino è realizzato con rifiuti di plastica trovati in mare. Inoltre, anche il tradizionale vetro zaffiro è stato sostituito qui con uno innovativo in ceramica: il processo di produzione è più rispettoso dell'ambiente.

A Watches & Wonders 2021, la rinomata azienda Panerai ha presentato l'orologio Submersible eLAB-ID ™, riciclato al 98,6%. Usano EcoTitanium ™ lega di eco-titanio (più dell'80% riciclato), rivestimento eco-luminescente (100%), silicio riciclato (100%). E la maggior parte delle altre parti, dal vetro zaffiro alle lancette d'oro, sono realizzate con materiali riciclati.

Ti consigliamo di leggere:  Come caricare un orologio meccanico e come caricare un orologio a carica automatica

Allo stesso tempo, Panerai ha presentato l'orologio Luminor Marina eSteel, realizzato utilizzando un'innovativa lega di acciaio riciclato. Cioè, non sono stati utilizzati solo rifiuti di plastica, ma anche rottami metallici ...

Infine, citiamo una nota invenzione nel campo dell'alta tecnologia, ovvero l'uso dell'energia solare. All'interno del nostro tema, è essenziale per gli orologi al quarzo e un certo numero di marchi importanti utilizzano celle solari invece di quelle chimiche, che sono rifiuti altamente tossici alla fine della loro vita. I marchi giapponesi sono molto attivi in ​​questa direzione, ad esempio Seiko.

Migliorare l'ecologia della produzione

Come abbiamo già detto, l'industria orologiera consuma incomparabilmente meno energia rispetto, ad esempio, all'industria automobilistica. Per non parlare della metallurgia e simili. Tuttavia, la riduzione del livello di emissioni nocive nell'ambiente è un degno contributo delle aziende di orologi alla causa comune. Quindi i marchi IWC e Panerai sopra menzionati (e molti altri) stanno trasferendo radicalmente le loro fabbriche e persino gli uffici alla fornitura di energia "verde".

Ebbene, e ciò che rimane della tradizionale energia da idrocarburi, lo stanno ricostruendo diligentemente e premurosamente, riducendone in ogni modo possibile l'utilizzo. Anche l'aspetto dei trasporti è significativo - si ricordano i suddetti sforzi di Breitling per ottimizzare la logistica.

Donazioni, agitazione, propaganda

Molte di quelle aziende di orologi, che non sono ancora arrivate alla compatibilità ambientale dei loro prodotti e dei loro processi produttivi, sostengono con forza le attività delle relative organizzazioni senza scopo di lucro. E i loro prodotti sono spesso dedicati ai problemi di salvare e preservare la natura. Ad esempio, il marchio Carl F. Bucherer collabora da tempo con il Manta Trust, rilasciando orologi dedicati alle razze giganti e donando una quota significativa dei proventi delle vendite a questo fondo.

Breguet e la Race for Water Foundation hanno allestito l'Odyssey intorno al mondo nella più grande nave a energia solare del mondo per sensibilizzare sull'inquinamento degli oceani causato dai rifiuti di plastica.

Ti consigliamo di leggere:  COSTI x G-SHOCK - un nuovo look al DW 5600

Blancpain ha istituito l'Ocean Commitment Fund, con il sostegno attivo del quale l'area delle aree protette di acqua sta crescendo in tutto il mondo. Ogni anno il marchio lancia una nuova edizione limitata di orologi Fifty Fathoms e 1000 euro del costo di ogni pezzo vanno a finanziare progetti ambientali.
Seiko gestisce il proprio programma di beneficenza, Save the Ocean, per esplorare e preservare l'ambiente marino. L'azienda rilascia regolarmente nuovi modelli di orologi della collezione omonima, il ricavato va anche a finanziare questi nobili obiettivi.

Altri non sono in ritardo: Oris, Chopard, Rolex ... puoi elencare di più.

Ebbene, la questione è importante e persino sacra. Speriamo che gli sforzi dei marchi di orologi aiutino una causa comune: la conservazione della vita sul nostro pianeta.

armonissimo
Aggiungi un commento

;-) :| :x : Twisted: :Sorriso: :shock: : triste: :Rotolo: : Razz: : Oops: :o : Mrgreen: : Lol: : Idea: : Grin: :il male: : Cry: : Cool: :freccia: : ???: :?: :!: